Crisi idrica 2021 – Ordinanza Sindacale n. 24 del 10/07/2021 per divieto di utilizzo dell’acqua potabile per usi impropri e limitazioni dei consumi.

Con Ordinanza Sindacale n. 24 del 10/07/2021 si ORDINA:

  • a tutti gli utenti del servizio idrico integrato un uso estremamente accorto dell’acqua distribuita dall’acquedotto pubblico;
  • agli utenti di tipo domestico di limitare l’impiego dell’acqua potabile in distribuzione ai soli usi alimentare e igienico-sanitario escludendo, in particolare negli orari diurni e di maggior consumo ogni altro uso consentito ma non strettamente necessario.

Si VIETA l’impiego di acqua potabile per le seguenti attività:

  • lavaggio di cortili e piazzali;
  • lavaggio domestico di veicoli a motore;
  • riempimento di piscine private e vasche da giardino, ornamentali e simili;
  • irrigazione agricola, ad esclusione dell’innaffiamento di orti e giardini nelle ore notturne;

si INVITA

tutti i cittadini ad adottare ogni utile accorgimento finalizzato al risparmio idrico, tra cui:

  • riparare prontamente perdite, anche minime, da rubinetti, sciacquoni, ecc.
  • installare su tutti i rubinetti dispositivi frangigetto, che consentono di risparmiare risorsa idrica pur disponendo di un flusso di agevole impiego;
  • limitare per quanto possibile la ricarica degli sciacquoni, sottraendo volume al serbatoio;
  • non utilizzare acqua corrente per il lavaggio di stoviglie e verdure, ma solo per il loro risciacquo;
  • utilizzare l’acqua di lavaggio di frutta e verdura per innaffiare le piante;
  • utilizzare l’acqua di cottura della pasta per il lavaggio manuale delle stoviglie;
  • impiegare lavastoviglie e lavatrici solo a pieno carico;
  • preferire la doccia al bagno, avendo cura in particolare di non far scorrere acqua mentre ci si insapona;
  • non far scorrere in modo continuo l’acqua del rubinetto durante il lavaggio dei denti o la rasatura della barba.

e si AVVERTE

tutti i cittadini della necessità di intraprendere azioni preventive, che potranno arrivare all’interruzione della continuità del servizio di approvvigionamento, al razionamento e alla turnazione della fornitura idropotabile.

Il corpo di Polizia Municipale è incaricato della vigilanza sulla regolare esecuzione della presente Ordinanza. I contravventori saranno puniti con la sanzione pecuniaria amministrativa da euro 25,00 a euro 500,00, conformemente a quanto previsto dall’art. 7-bis del D.Lgs. 18 agosto 2000, n. 267.

Allegati

Ordinanza n. 24 del 10.07.2021 [PDF - 659 KB - Ultima modifica: 14/07/2021]

Contenuto inserito il 10/07/2021
torna all'inizio del contenuto
torna all'inizio del contenuto
Questo sito è realizzato da Task secondo i principali canoni dell'accessibilità